Strumentazione (telescopi e accessori)

Alcune delle immagini che mi hanno più impressionato favorevolemente negli anni

Cosa e come

In questo sito, troverete molte immagini di Cielo e di Terra che ho ripreso personalmente e alcuni brevi testi  che mi sono divertito a trovare qui e là,  principalmente riguardanti:



Alcune immagini e filmati tratti dai numerosi corsi di astronomia che tengo regolarmente da anni presso scuole e associazioni culturali, assieme a un po' di  documentazione sulle serate di osservazione pubblica del Cielo

Qualche indicazioni su letture piacevoli e qualche filmato da non perdere


Quello che faccio durante il tempo libero: osservazioni astronomiche e relativa strumentazione, previsioni dei fenomeni più interessanti da osservare, scritture (lenta...!) di un libro che racconta i miei cinquant'anni di interesse per il Cielo e come ho scoperto la sua bellezza


Il mio telescopio principale:  Zeiss Meniscas 180 sulla montatura equatoriale computerizzata Rainbow Astro RST-135


Un Maksutov da 180 mm di diametro e 1800 mm di focale (f/10). Realizzato dalla Carl Zeiss Jena alla fine degli anni '80.


La montatura equatoriale è una innovativa realizzazione della ditta coreana specializzata nella produzione di robot industriali e che utilizza motori e ingranaggi "armonici"  capaci di annullare a tutti gli effetti i giochi della trasmissione e di esercitare coppie incredibili:  in soli 3kg scarsi di peso è capace di sostenere e pilotare senza sforzo fino a 13,5 kg d strumenti senza il contrappeso e ino a 18 kg con contrappeso da 3 kg.  Qui la vedete sul treppiedi Hercules della Geoptik e mezza colonna della Avalon Instruments



La mia strumentazione attuale comprende i seguenti telescopi:



  • Maksutov Zeiss Meniscas 180 F/10
  • Schmidt-Cassegrain Celestron 9.25" F/10
  • Schmidt-Cassegrain Celestron 5" F/10
  • Maksutow Celestron 90
  • Maksutov Skywatcher MAX 90


  • Newton 8" costruito da Giorgio Buonvino F/6 con ottiche Frank/Zen
  • Newton Skywatcher QUATTRO 200P


  • Rifrattore apocromatico Skywatcher Esprit 80ED F/5
  • Rifrattore semi-apocromatico (Halb-Apo) Carl Zeiss Jena AS80/1200 F/15 con cercatore Salmoiraghi 50/400
  • Rifrattore acromatico Tosco 76 mm F/12
  • Rifrattore acromatico (cercatore di comete) Merz  80 mm F/8
  • Rifrattore terrestre acromatico 80/300


  • Cannocchiale di guida Skywatcher Evo-Guide 50ED
  • Lunt 50, per osservazioni solari in H-alpha


Strumentazione ausiliaria:


  • Montatura equatoriale Avalon Linear computerizzata con StarGo e treppiede T-Pod
  • Montatura convertibile equatoriale-altazimutale Rainbow Astro  RST-135
  • Montatura equatoriale "Giorgio Buonvino Andrea Tamanti (GBAT)" monobraccio
  • Montatura equatoriale Vixen Super Polaris DX con kit Synscan Skywatcher

  • Riduttore di focale 0,75 
  • Riduttore di focale F6.3 per C9.25
  • Riduttore di coma per Skywtcher QUATTRO


  • Torretta revolver portaoculari Baader
  • Oculari Pentax, William Optics SWAN, Televue, Celestron, Meade, Hyperion, Zeiss,  Skywatcher, Baader Morpheus, Baader Genuime Ortho
  • Oculari con reticolo illuminato Celestron, Meade e Skywatcher
  • Diagonali da 2" e 1.25" a specchio e a prisma celesti e terrestri
  • Lenti di Barlow Baader Zeiss Abbe 2x-4x  e Baader 2,25x
  • Amplificatore telecentrico di Adriano Lolli AMPLI 515
  • Polemaster QHYCCD
  • Riduttore di dispersione atmosferica ZWO 1.25″ ADC


  • Filtri nebulari 2" Optolong LRGB, H-Alpha, OIII, SII  6.5n, L-enHance, L-eXtreme, L-Pro, UHC Broadband, serie Wratten 4 colori, IR-cut, Baader IR pass, Venus
  • Prisma di Herschel Baader con filtro Solar Continuum
  • Filtri solari Astro-Solar Baader per 6, 8 e 11 pollici
  • Reticolo spettroscopico Star Analyzer
  • Spettroscopio a prisma di Amici, COMA di Adriano Lolli


  • Binocolo Vixen 11x80
  • Binocolo Zeiss Jena 7x50
  • Binocolo Zeiss Victory 7x42 T* FL
  • Binocolo Oberwerk BT-70XL-ED
  • Binocolo Canon 10x32 IS stabilizzato

  • Camera QHY-5L II M
  • Camera QHY174M-GPS ColdMos
  • Camera QHY268C
  • Camera QHY462C
  • Camera QHY485C
  • Telecamera analogica Watek 120N+ ad alta sensibilità (1/100 di lux a S/N 50%)
  • GPS Time Inserter IOTA

Il semi-apocromatico (Halb-Apo) Carl Zeiss Jena AS80/1200 (F15). Come noto gli Zeiss AS furono progettati negli anni ’20 da Sonnenfeld e sono degli “Steinheil” (flint davanti), con una curvatura accentuata e vetri (jKzF2 + jBK7 secondo U. Laux in “Astrooptik”) che ne migliorano la correzione cromatica. La lente è la versione più recente degli anni ’80 ed è marchiata “Q1" .

L'intubazione è stata realizzata da Andrea Tamanti di StarWorks che su mia indicazione ha intubato e montato un cercatore Sailmoiraghi 50/300 su supporto rotante orientabile

Il telescopio Zeiss Meniscas 180 sulla montatura equatoriale computerizzata Linear Fast Reverse


La montatura equatoriale è la Linear della Avalon Instruments (numero di serie 002!) su treppiedi Hercules della Geoptik e/o T-POD Avalon: una grande realizzazione di Luciano Dal Sasso!


Il Newton Skywatcher QUATTRO 200P, uno strumento luminoso (F/4) adattissimo a riprese deep sky. E' dotato di riduttore di coma dedicato che si può utilizzare anche in visuale.  Se attrezzato con filtri a banda stretta tipo gli Optolong L'eNhance o L-eXtreme, è capace di regalare riprese di tutto rispetto di ogetti deboli anche da una citta fortemente inquinata dalla luce come Roma: come esempio riporto qui sotto una ripresa della nebulosa Rosetta nell costellazione dell'Unicorno

Il cercatore di comete di Merz, 80x640 sapientamente ri-intubato da Andrea Tamanti (StarWorks) e collocato sulla montatura monobraccio relizzata da Giorgio Buonvino negli anni '80 e ammodernata ancora da Tamanti

Il Lunt 50 per osservare il sole in H-Alpha montato sulla Avalon Linear

Sempre il Tosco oggi, ripulito e dotato di coda di rondine Vixen, di portaoculari da 31.8 mm e di un nuovo cercatore 8x30 da Andrea Tamanti (Star-Works.it)

Il riflettore Newton da 20 cm f/6 realizzato da Giorgio Buonvino negli anni '80 a partire da pezzi di risulta e oggi montato sulla mantatura Avalon Linear con il treppiede Tpod in posizione bassa

Il rifrattore Zeiss Telementor II (63/830) qui appaiato al fratello maggiore Meniscas 180. Questo rifrattore era prodotto dalla Carl Zeiss Jena per uso prevalentemente didattico. Grandi ottiche e focheggiatore particolarissimo a traslazione dell'obiettivo

Il mio primo rifrattore: un Tosco 76/910 con doppietto acromatico: qui lo vedete in una foto degli anni '90 sulla mitica montatura Vixen Super Polaris DX con in parallelo un teleobiettivo MTO russo 90/500

Double-click here to add your own text.

L'apocromatico Skywatcher ESPRIT 80ED (80/400) con il parallelo il cercatore/guida Skywatcher EvoGuide e la Canon 6D Fullspectrum sulla montatura Avalon Linear

La montatura monobraccio GBAT (Giorgio Buonvino Andrea Tamanti) realizzata negli anni '80 da Giorgio Buonvino dell'Osservatorio di Monte Mario a Roma e modernizzata col sistema Skywatcher Synscan da Andrea Tamanti di Star-Works.it con sopra un Celestron 8 pollici degli anni '90

Buona parte della strumentazione disposta in bella mostra sul terrazzo da cui d'estate mi diverto a osservare il Cielo, con mio padre Pasquale (1926-2020) in posa e contento di esserlo...

Il magnifico Celestron 90 degli anni '70. Splendido vintage sapientemente adattato da Andrea Tamanti di Star-Works.it a poter utilizzare oculari di diametro 31,8. Andrea ha anche realizzato il paraluce in tinta "Celestron Orange"

Il cannocchiale terrestre 80/300 rimontato da Andrea Tamanti di Star-Works.it e installato sulla montatura alt-azimutale Skywatcher Az GTi, dotata di sistema di puntamento Synscan: un sistema estremamente portatile ma capace di sostenere strumenti fino a 4 kg

Alcuni dei miei binocoli (alcuni non li ho più...): Vixen 11x80, Canon 10x32 IS, Kowa SV10x42, Zeiss TERRA ED 8x42, Zeiss 7x50 W

I due miei migliori binocoli: Canon 10x32 IS e Zeiss Victory 7x42 T* FL. Sono convinto sempre di più che, per me, siano "necessari" entrambi. Il Canon con la stabilizzazione offre una visione rilassata che permette di risolvere il minimo dettaglio. Ma non ha i 60 gradi di campo apparente, la nitidezza e la perfetta acromaticità dello Zeiss. Quest'ultimo è quindi, al momento, il miglior binocolo che mi sia capitato di usare.

Il binocolo Oberwerk BT-70XL-ED su montatura a forcella Avalon Instruments. Il binocolo ha oculari intercambiabili da 31.8 mm. La focale è di 390 mm. La forcella Avalon (attulmente non ancora disponibile) può essere pilotata in altezza e azimuth con movimenti micrometrici e i suoi motori  sono compatibili con il sistema di puntamento StarGo

Tutti (?!?) i miei oculari, da 56 a 3,5 mm in varie configurazioni e di varie marche

La montatura Vixen Super Polaris DX con sopra il Celestron 5. La montatura, che risale agli anni '90, è stata la mia prima montatura equatoriale "seria" ed è stata aggiurnata con il sistema di puntamento automatico Synscan della Skywatcher

Telescopi che ho avuto in passato

Meade 12" ACF

Celestron 11 EdgeHD

Celestron 8 EdgeHD

Intes MK-67 150

Meade ETX 90

Vixex 70 Fluorite

Celestron 6 Nextstar SE

Vixen 90 EDF

Intes Micro 7"

Tecnosky Versatile ED 72/432

Celestron 11 su Losmandy G11

Skywatcher ESPRIT 150ED

La montatura Skywtcher NEQ6